0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale Prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

LA NOSTRA STORIA

 Un’ Azienda giovane ma con radici storiche profonde nel nostro territorio veneto.


 La nostra storia risale alla fine dell’800, con l’avvento   dell’impiego di macchine nell’oreficeria che il nostro territorio ha sperimentato per primo. Ed è proprio col sorgere del distretto produttivo vicentino che il bisnonno di Andrea inizia da capostipite l’esperienza familiare nel settore della Gioielleria a Venezia. Dopo numerosi passaggi di mano tra zii, cugini e nipoti, la grande passione per la gioielleria e l’oreficeria cresce, cambia, si rinnova e porta Andrea a fondare l’attuale 4Take S.r.l. 
Un’Azienda innovativa e intraprendente, frutto della lunga storia professionale di Andrea, che inizialmente aveva assunto, nei primissimi anni ’90, la rappresentanza di vari marchi del comparto orafo, passando per la distribuzione di pietre preziose e semipreziose, fino alla vendita di semilavorati.
Nell’arco dei primi 7 anni di attività, Andrea conosce approfonditamente tutto il settore orafo Industriale! Ed è così che decide di passare all’esperienza imprenditoriale. Crea fin da subito, con il marchio 323Venezia, una produzione di nicchia che ripercorre gli stilemi dell’arte orafa veneziana riproducendo, in chiave moderna, il famoso “Manin” e     proponendo la riedizione dei simboli della Città in gradevoli ciondoli di   alta gioielleria.
 Grazie a questa doppia attività, sia di produttore che di distributore,   Andrea si accorge delle grandi potenzialità nascoste in questo legame tra   l’Oreficeria e Venezia, per questo si lancia nella gratificante esperienza della vendita al pubblico, gestendo in società, un prestigioso negozio in Piazza San Marco. 
Le avventure non finiscono qui, anzi Andrea vive sulla propria pelle la recente crisi finanziaria ed orafa: alcuni episodi “sinistri” lo costringono a rimodulare il suo business, reinterpretando la trasformazione del mercato e dando origine negli ultimi anni ai ComproOro Cleor ® oggi di proprietà di 4Take S.r.l.
La sua ricerca di nuovi mercati e nuove idee lo spinge all’estero, a collaborare con partner europei, trasferendo con soddisfazione le sue conoscenze e competenze organizzative, per nuove catene di compro oro. Arriva ad intraprendere alcune iniziative perfino in Africa occidentale dove arricchisce il sapere tecnico, geologico-gemmologico e vive belle esperienze umane… come i mercanti veneziani, che spinti ovunque dalla sete e dal rispetto di nuove terre e conoscenze, tornavano poi sempre alla loro terra.
Una forte presenza dunque nel territorio e i colori aziendali “rosso-oro” legati al Gonfalone della Serenissima permettono ad Andrea di mantenere salde le radici con Venezia e con la storia orafa familiare, ma consentono pure a 4Take S.r.l. di sviluppare una visione moderna e dinamica per adattarsi velocemente alle nuove richieste del mercato, anche grazie all’incontro con l’agenzia pubblicitaria Dress Your Biz®  che porta Andrea a riconoscere l’importanza della comunicazione e del marketing nell’impresa orafa.
Da questo incontro nascono oggi le Gioiellerie Canal® per una nuova offerta di servizi nel settore delle gemme anche mediante uno speciale canale WEB di 4Take che propone prodotti preziosi di raffinata ed elevata qualità! Ancora una volta un progetto innovativo, ma legato alle tradizioni della Repubblica di Venezia come si può intuire dal Blasone e dal nome, che vuole riproporre in chiave moderna una sorta di Bancogiro, grazie alla stretta sinergia con i negozi ComproOro Cleor ®.


 


 
​​​​​​​ Il fenomeno del Bancogiro, nella Repubblica Serenissima, veniva gestito direttamente da coloro che detenevano il potere giudiziario. I banchi giro erano posti sotto un’ala del tribunale e di fronte al Sottoportico degli Oresi, dove invece venivano prodotte le manifatture orafe e venivano coniate le monete della Repubblica. All’epoca la Veste dell’orafo era assolutamente di primaria importanza, a metà strada tra l’artigiano ed il banchiere moderno ed il fenomeno del Bancogiro era molto simile all’attuale banco dei pegni. Il nome “bancogiroderiva proprio dalla doppia attività che consisteva nel comprare oro e gioielli usati da un lato e, dall’altro lato del banco, rivendere i preziosi acquistati. Fungeva così da ammortizzatore sociale per quelle aziende e quelle famiglie che ne avevano necessità per via di improvvisi rovesci finanziari.